Libro Genealogico

 

Regolamento UE 1012 del 8 giugno 2016: cambiano le norme europee che regolamentano i libri genealogici e gli scambi di materiale genetico.

 

Dopo un lunghe trattative all’interno del gruppo di lavoro europeo, il Parlamento di Strasburgo e il Consiglio a Bruxelles hanno definitivamente approvato questo nuovo strumento legislativo che dà una nuova  disciplina al settore del miglioramento genetico animale, più moderna e rispondente alle nuove esigenze.

Queste nuove regole sono già in vigore (dal 19 luglio 2016, 20° giorno dopo  la pubblicazione). Per la loro effettiva efficacia, i paesi membri devono recepirle nella propria legislazione nazionale, entro il termine massimo del 1° novembre 2018. Come noto, il nostro paese ha già avviato questo iter, prima con l’approvazione da parte del parlamento del collegato agricolo, contenente già all’art.9 le nuove indicazioni su questa materia, e successivamente con la revisione della legge 30 affidata al Governo. Essa dovrà pertanto rispettare tutte le norme stabilite nel nuovo regolamento UE 1012.

In particolare il regolamento disciplina:

 

 

 

Complessivamente, ritengo che questo nuovo regolamento rappresenti un passo avanti nella direzione di una maggiore trasparenza nella pubblicazione dei dati genetici a garanzia di una piena confrontabilità del valore genetico dei riproduttori. Per contro, è stata introdotto più liberismo e meno protezionismo nazionale, nel rispetto del principio del libero scambio delle merci e dei servizi all’interno dell’unione. Difficile frenare questa tendenza in nome del made in Italy. Quindi, la sfida sarà, anzi lo è già ora, dimostrare la qualità della nostra selezione, anche in rapporto al suo prezzo.

A nome di ANAPRI, ringrazio il MIPAAF e il suo staff tecnico per aver contribuito fattivamente alla stesura di questo importante strumento che ci consente di lavorare per la selezione italiana della Pezzata Rossa con regole più chiare, più moderne e più trasparenti nei confronti dei concorrenti internazionali.